SEZIONE V
(Criteri generali per l'applicazione del riposo compensativo)

DEFINIZIONE

RIPOSO COMPENSATIVO: Giornata di assenza o ore di permesso del dipendente a compensazione delle ore di straordinario maturate o del servizio prestato nel giorno destinato al riposo.

ARTICOLO 17
(Straordinario emergente)

1- E' facoltà del dipendente chiedere, per iscritto, il riposo compensativo, in luogo del pagamento delle prestazioni straordinarie rese su base mensile, anche se remunerabili in ragione degli stanziamenti.
2- Le giornate e le ore di riposo compensativo devono essere fruite nei tre mesi successivi rispetto alla richiesta di cui al comma 1.
3- Il riposo compensativo deve essere concesso nel giorno e nelle ore indicate dal richiedente.
4- Trascorsi i tre mesi, le giornate e le ore di recupero devono essere concordate con il Capo Ufficio, fermo restando il diritto inalienabile ad usufruirne.
5- Il riposo compensativo può essere cumulato con le altre forme di riposo, con il congedo ordinario e con le altre forme di congedo, di aspettativa e di permesso.
6- Per il confronto semestrale di cui all'articolo 28, del D.P.R. n° 164/02, vale quanto previsto al comma 4 dell'articolo 15 del presente Accordo.

Su questo sito usiamo i cookies. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso al loro utilizzo.