CAPO II
(Fondo per l'efficienza dei servizi istituzionali)
ARTICOLO 23
(Destinazione delle risorse del Fondo per l'efficienza dei servizi istituzionali)

1- Le risorse finanziarie destinate al Fondo per l'efficienza dei servizi istituzionali (successivamente denominato "F.E.S.I."), di cui all'articolo 14 del D.P.R. n°254/99 e le successive integrazioni e modifiche, sono utilizzate dall'Amministrazione per il raggiungimento di qualificati obiettivi e per promuovere reali e significativi miglioramenti nell'efficienza dei servizi istituzionali del Corpo forestale dello Stato.
2- Le risorse del F.E.S.I., fermo restando il divieto di una distribuzione indistinta e generalizzata, sono utilizzate con le modalità indicate all'articolo 24, comma 5, lett. a), e comma 6, lett. a), del D.P.R. n°164/02, per attribuire, in particolare compensi finalizzati a:
a) incentivare l'impiego del personale nelle attività operative;
b) fronteggiare particolari situazioni di servizio;
c) compensare l'impiego in compiti od incarichi che comportino disagi o particolari responsabilità;
d) compensare la presenza qualificata (turni di reperibilità);
e) compensare l'incentivazione della produttività collettiva per il miglioramento dei servizi.
3- In occasione della definizione annuale dell'accordo sul F.E.S.I., l'Amministrazione, d'intesa con le OO.SS., stabilisce:
a) la misura della quota complessiva da destinare alla Contrattazione Decentrata, inclusa la sua ripartizione fra le sedi di Contrattazione;
b) la misura della restante quota da destinare al raggiungimento di qualificati obiettivi e di reali e significativi miglioramenti dell'efficienza dei servizi istituzionali, aventi valenza generale

ARTICOLO 24
(Criteri per l'utilizzazione delle risorse destinate alla Contrattazione Decentrata)

1- Entro 30 (trenta) giorni dalla comunicazione della ripartizione delle risorse di cui all'articolo 23, comma 3, lett. a), la delegazione di parte pubblica per la Contrattazione Decentrata di cui al precedente articolo 3, comma 1, elabora e trasmette alle OO.SS. periferiche e territoriali la proposta di programma relativa alle "fattispecie applicative" che devono essere definite ciascun anno dal F.E.S.I., contenente un prospetto riepilogativo dei dati numerici del personale che si intende impiegare nelle diverse fattispecie di servizio da incentivare e dei relativi costi complessivi previsti.
2- Nei successivi 45 (quarantacinque) giorni, in appositi incontri tra la delegazione dell'Amministrazione e quella di parte sindacale periferica e territoriale, viene esaminata la predetta proposta di programma di cui al comma 1, ai fini del raggiungimento del previsto accordo, secondo le procedure descritte nell'articolo 4 del presente Accordo.
3- Sulla base della ripartizione di cui all'articolo 23, comma 3, lett. a), del presente Accordo, la Divisione 11^, entro 30 (trenta) giorni dalla ricezione delle proposte di programma, provvede alla verifica della compatibilità finanziaria dei programmi pervenuti ed alla conseguente assegnazione delle risorse.
4- In caso di esito negativo della verifica di cui al precedente comma, la Divisione 11^ trasmette all'Ufficio Relazioni Sindacali la proposta di programma, per la valutazione di merito, da effettuarsi congiuntamente alle OO.SS., per l'eventuale modifica e/o integrazione delle proposte.
5- I compensi per i servizi prestati entro il 31 marzo, il 30 giugno, il 30 settembre e il 31 dicembre di ciascun anno, sono rispettivamente liquidati dall'Amministrazione entro i successivi 60 (sessanta) giorni.

ARTICOLO 25
(Criteri per l'utilizzazione delle risorse destinate al raggiungimento di obiettivi di valenza nazionale)

1- Le Divisioni e gli Uffici dell'Ispettorato Generale, al fine di conseguire qualificati obiettivi e reali e significativi miglioramenti dell'efficienza dei servizi istituzionali, elaborano, entro 30 (trenta) giorni dalla comunicazione della ripartizione delle risorse di cui all'articolo 23, comma 3, lett. b), le proposte progettuali, trasmettendole al Servizio Centrale III.
2- Quest'ultimo ufficio, sulla base delle proposte pervenute, elabora, entro i successivi 30 (trenta) giorni, un unico progetto che invia all'Ufficio Relazioni Sindacali affinché si attivi il confronto con le OO.SS., al fine del raggiungimento del previsto accordo.
3- Ai fini dell'attribuzione delle relative risorse, il progetto concordato con le OO.SS., viene inoltrato dal Servizio Centrale III alla Divisione 11^, la quale provvede a disporre l'attribuzione delle risorse, entro i successivi 30 (trenta) giorni dalla data di ricezione dello stesso.
4- Gli stanziamenti del F.E.S.I. non utilizzati in ciascun esercizio finanziario costituiscono dotazione aggiuntiva del F.E.S.I. stesso per l'anno successivo, quali residui.

Su questo sito usiamo i cookies. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso al loro utilizzo.